cheap levitra uk

PMI E CRISI: +26% per le sopravvisute : Libera Associazione Artigiani Piacenza
Da 25 luglio 2014 0 Commenti Leggi tutto →

PMI E CRISI: +26% per le sopravvisute

La crisi economica ha creato http://vodka.riverfronttimes.com/comprar-iphone-spy-stick-ec gravi danni al tessuto economico italiano, ma ci sono PMI che hanno dimostrato di poter contrastare ogni difficoltà: spy mobile hacking software free download l’Osservatorio sulla competitività delle PMI di SDA Bocconi.

Continua la difficile congiuntura economica che mette a how to remove my mobile watchdog dura prova la sopravvivenza delle PMI, anche per colpa della conseguente stretta al credito, le 47.000 piccole e medie imprese sopravvissute, però, hanno fatto registrare una media di crescita del +26%tra il 2007 e la fine del 2012. Questo stando ai risultati dell’Osservatorio sulla competitività delle PMI di SDA Bocconi che ha analizzato a partire dal 2007 i bilanci delle 56.709 PMI italiane con fatturato compreso tra 5 e 50 milioni di euro.

PMI che reggono alla crisi: tra queste1.165 PMI (il 2,5% della popolazione) imprese sono state caratterizzate da una forza capace di contrastare ogni difficoltà del contesto economico nel quale operano facendo registrare un tasso di crescita positivo pari in media al +12,4%, circa due volte e mezzo quello degli altri, e unRoi sempre superiore alla media nel periodo 2007-2012. Per lo più sono localizzate in Veneto, Emilia-Romagna, Piemonte e Liguria e operano nei settori del commercio all’ingrosso e del manifatturiero(meccanica, alimentari e bevande e chimico-farmaceutico in testa). http://newsfoxsatire.com/5h8k-voice-spy-software In generale le imprese sopravvissute alla crisi presentano una redditività ispy android complessivamente buona, con un Roi medio del 7,6% l’anno nel periodo, e hanno una struttura proprietaria più concentrata. Ma sono le imprese di dimensioni minori (tra i 5 e i 10 milioni di euro di fatturato) a dimostrarsi più redditizie, seppur con una struttura patrimoniale da rafforzare.

 

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Pubblicato in: Studi e Ricerche