Da 2 Febbraio 2021 Leggi tutto →

Erogazioni pubbliche: obbligo di trasparenza per le imprese

Erogazioni pubbliche : obbligo di trasparenza per imprese la violazione comporta sanzione pari all’1% degli importi ricevuti con un importo minimo di € 2.000.

Entro il 30 giugno di ogni anno è obbligatorio pubblicare le somme ricevute nell’anno solare precedente indipendentemente dall’anno di competenza cui le medesime somme si riferiscono e, nello specifico, l’obbligo riguarda sovvenzioni, sussidi, vantaggi, contributi, aiuti (in denaro / natura)  non aventi carattere generale e privi di natura corrispettiva, retributiva o risarcitoria, effettivamente erogati dalle Amministrazioni pubbliche nell’esercizio finanziario precedente.

Ad esempio sono soggetti all’obbligo di pubblicità e trasparenza:

  • contributi in conto capitale
  • contributi in conto esercizio e/o conto interessi;
  • Le garanzie pubbliche su finanziamenti ricevuti;
  • Contributi a fondo perduto erogati per l’emergenza covid-19
  • Credito imposta accisa sul gasolio per autotrazione
  • Contributi GSE
  • Ecc.

Gli obblighi di pubblicazione sono esclusi nel caso in cui l’importo complessivo dei vantaggi economici ricevuti dal beneficiario sia inferiore a € 10.000 nel periodo considerato. Tale limite va inteso in senso cumulativo e non è riferito alle singole erogazioni.

Libera Artigiani ha predisposto sul proprio sito una sezione ad hoc per consentire ai propri associati di adempiere a questo obbligo di legge.

Per informazioni e assistenza prendere contatti con i nostri referenti – tel.-  0523578189-

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmailby feather